In questo articolo voglio presentarvi una possibile soluzione ad un problema sicuramente “caldo”, e precisamente la possibilità di avere nella stessa installazione di Evernote note private e note appartenenti ad un account utilizzato sul computer in ufficio.

Scenario

Quasi tutti coloro che utilizzano Evernote lo fanno sia sul computer di casa che in ufficio, sia su un dispositivo mobile. Generalmente si utilizza la versione mobile solo per il proprio account privato, ma non è detto. Chi lavora in un’azienda che ti mette a disposizione un computer per lavorare, trova molto utile (se gli viene permesso) di installare ed usare Evernote anche per lavoro.

A molti piace avere anche sul dispositivo mobile Note di lavoro generate nel computer in ufficio, per poterle visionare o modificare anche quando si è in giro per lavoro o anche a casa.

Problema

Il problema a questo punto è che se utilizziamo lo stesso account di Evernote per gestire al suo interno note private e note di lavoro, attraverso la sincronizzazione via internet, anche le note private vengono sincronizzate sul computer in ufficio. Questo vuol dire che qualcuno (un amministratore di rete o, indirettamente, anche un superiore)  potrebbe avere accesso alle note private.

Oppure se si lascia l’azienda per cui si lavora, i dati presenti sul computer o salvati su qualche server di backup, potrebbero essere visionati da estranei.

Si ha, quindi, la necessità di garantire la privacy dei dati privati senza perdere la possibilità di accedere sul dispositivo mobile (o dal PC a casa), alle Note di lavoro.

Soluzione proposta

Evernote ci mette a disposizione una funzionalità estremamente comoda, ed è la condivisione dei taccuini. Basta seguire questi passi per una soluzione semplice ed efficace.

Step 1

Dall’account Evernote presente nel computer dell’ufficio selezioniamo il/i taccuino/i di lavoro che vogliamo accedere dal nostro dispositivo mobile. La condivisione, fatta con noi stessi, può essere in sola lettura o anche in modifica/cancellazione/creazione delle note

Step 2

Dall’account privato del PC di casa o attraverso l’interfaccia del browser di Evernote, accettiamo la condivisione del taccuino di lavoro all’interno dell’account privato

Step 3

Importante. Dobbiamo garantire la sicurezza delle informazioni di lavoro del taccuino condiviso sul nostro dispositivo mobile impostando una password per accedere ad Evernote mobile. Di questo ne ho già scritto in Proteggi la tua vita digitale su Evernote

Per poter impostare una password per Evernote dagli smartphone dobbiamo essere utenti Premium, poichè questa funzionalità non è prevista per gli accounts gratuiti. Se usiamo un account gratuito e vogliamo accedere al taccuino di lavoro condiviso, lo facciamo senza nessuna protezione in caso di smarrimento o furto del nostro smartphone/tablet. Siete avvisati.

Bene, avete visto come è semplice portarci in giro le note che abbiamo creato in ufficio?

E voi, avete risolto in qualche modo questa esigenza?