Il contenuto di questo articolo è applicabile sia a ProjectLibre che a Microsoft Project in tutte le versioni.

In tutti i corsi di formazione e testi sulla schedulazione di progetti viene posta l’attenzione di lavorare con la Schedulazione Dinamica.

La Dynamic Scheduling consiste nell’applicare alcune buone pratiche per rendere un piano di progetto facilmente gestibile da noi esseri umani e dallo strumento software che può aiutarci con i suoi algoritmi a suggerirci le migliori opzioni sulla pianificazione delle attività e allocazione delle risorse.

Una delle buone pratiche da seguire è quella di utilizzare il meno possibile i Vincoli (Constrains) sulle attività del Gantt. I vincoli costringono il software a rispettare le date di inizio e fine delle attività togliendo loro la possibilità di “fare scorrere” un’attività liberamente sull’asse temporale e ad eliminare la sovrallocazione delle risorse attraverso lo strumento di Livellamento Risorse (non disponibile in ProjectLibre).

Ecco l’elenco dei vincoli disponibili:

Fatta questa premessa, vediamo come fare in modo che un vincolo ci possa essere di aiuto e che, anzi, risolva potenziali problemi di schedulazione.

Nella figura seguente vediamo un progetto in cui l’attività Task 3 deve essere eseguita a ridosso (poco prima) dell’attività Task 7.

Una soluzione potrebbe essere quella di collegare tra di loro con una dipendenza Fine-Inizio le due attività.

Successivamente potremmo  aggiungere un ritardo tra l’attività Task 2 e Task 3 di un numero di giorni sufficiente a “spingere” Task 3 a ridosso di Task 7. ma il problema è che:

  1. dovremmo sapere di quanti giorni ritardare Task 7
  2. se per qualche motivo si ha uno slittamento delle attività della fase Preparazione, dovremmo modificare “a mano” il ritardo inserito in precedenza per rendere coerente la nuova situazione
A questo punto possiamo invece sfruttare i tanto odiati vincoli ed inserirne uno che risolve la situazione.
Selezioniamo l’attività Task 3 e clicchiamo sul comando Informazioni presente nella barra dei pulsanti (Ribbon in MS Project) o facciamo doppio click del mouse sull’attività stessa.
Viene mostrata la finestra seguente:

Ci posizioniamo sul pannello Avanzato e dalla lista Tipologia di Vincolo scegliamo il vincolo semi-rigido Più tardi possibile.

Il risultato del diagramma di Gantt sarà il seguente:

 

L’attività Task 3 si sposterà dinamicamente a ridosso della data di inizio di Task 7, proprio come volevamo noi, con il doppio beneficio di:

  1. Task 3 mantiene la sua data di inizio fino ad un certo punto se le attività predecessori ritardano (p come se assorbisse il ritardo dei predecessori)
  2. Task 3 si sposta a destra al ritardare di Task 4 e Task 5 e non dobbiamo sistemare a mano la nuova data di inizio di Task 3
 
Bene, abbiamo visto come può uno strumento gratuito come ProjectLibre esserci di aiuto a gestire una situazione piuttosto comune nella gestione di un progetto utilizzando una tecnica di Schedulazione Dinamica.

Avete avuto esigenze simili? Come le avete risolte?