La Procrastinazione (dal latino procrastinare, composto di pro, “avanti” e crastinare da crastinus, aggettivo di cras, “domani”, con la desinenza -tinus, come in pristino ecc.) é probabilmente la caratteristica più comune degli esseri umani.
Si comincia da ragazzini, quando ci decidiamo a fare finalmente una cosa è perchè i nostri genitori cominciano ad arrabbiarsi o a minacciare ritorsioni.
La Procrastinazione, chiamata anche Sindrome dello Studente, è normale nel periodo scolastico. Ricordo bene quando ero studente che rinviavo lo studio fino all’approssimarsi delle interrogazioni. A quel punto entravo nello stato di monaco di clausura e non mi alzavo piu’ dalla sedia per studiare e recuperare il tempo perduto!
Le persone cercano continuamente di modificare questo comportamento, ma cambiare non è facile. E’ uno sforzo continuo evitare la procrastinazione, ma spesso si fallisce.

Procrastinare, l'arte del rimandare le cose

 

Comincia dalle piccole cose
Il primo modo di ovviare alla procrastinazione è di cominciare la giornata con piccole attività (ma ricordiamoci che devono essere importanti per i nostri obiettivi).

Facciamo un esempio.
Se devi fare dell’esercizio fisico e ti sei ripromesso di assegnare a questa attività una porzione di tempo giornaliera, basta pensare a tutte le scuse di questo mondo, a guardare filmati su Youtube sull’argomento o a leggere, Mettiti a farlo e basta!.
Un beneficio dal mettere in pratica abitudini di tipo personale, è che i successi ottenuti possono avere un riflesso positivo anche sulla tua vita professionale. Sicuramente si ha un miglioramento nella propria autostima.
Elimina la procrastinazione in ogni aspetto della tua vita:
  •  nell’eliminazione del disordine
  • nel mettere a posto e pagare le bollette
  •  nel sedersi alla scrivania e completare il lavoro
  • e così via in tante piccole cose…

Facendo così vedrete che diventa sempre piu’ facile scegliere se fare una cosa o aspettare. Quest’abitudine pian piano si rifletterà sulle altre aree della tua vita e comincerai a vedere i cambiamenti.

 Fai meno cose
Spesso una persona che procrastina vive in una situazione di carico di lavoro esagerata.
Probabilmente ha un elenco di cose da fare lungo un chilometro, e questo porta a procrastinare le cose importanti. Esistono i procrastinatori professionali che cominciano ad eseguire le attività e quando queste iniziano a diventare complicate, trovano tutte le scuse per pianificarne il completamento più tardi. Questo funziona solo se più tardi si prende in mano il lavoro e lo si completa, altrimenti ci si prende solo in giro.
Come venirne fuori?
Una soluzione potrebbe essere quella di prioritizzare nuovamente la lista di cose da fare (ToDo List) in modo realistico. Quindi prendere l’attività in cima alla lista e cominciare a farla, senza rimandare ulteriormente.
La sensazione che si ha quando si finiscono le cose da fare, è di pura euforia. E questo è un buon viatico a continuare.

Fatti aiutare dalla tua coscienza

Proprio così, la tua coscienza può venirti in aiuto per combattere la procrastinazione. Pensa ad esempio come il non completare un lavoro possa danneggiare un altro tuo collega o nel complesso alla tua famiglia.

La tua procrastinazione può essere piu’ dannosa per gli altri rispetto a te? In ogni caso, il sentirsi colpevoli può essere d’aiuto a motivarti per eliminare la procrastinazione.

 La Procrastinazione è un’abitudine, facile da apprendere, ma molto difficile da combattere ed assumerne il controllo.  Ripetere le buone abitudini ed essere costanti sono due principi molto importanti e da perseguire nel tempo senza fare il tira e molla.
A questo ci viene in aiuto il vecchio detto: non fare oggi quello che puoi fare domani.
Ma al contrario, però 🙂