La flessibilità di Evernote è conosciuta da tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e continuare ad usarlo.

Normalmente consiglio sempre di usare meno taccuini possibili e lavorare soprattutto sui Tags, vero punto di forza di Evernote.C’è però una situazione in cui preferisco lavorare con taccuini che poi si riveleranno temporanei piuttosto che usare tags specifici.

Vediamo di fare un esempio pratico.

Quando lavoro su un’attività che richiede di manipolare molte note correlate tra di loro, le creo/sposto in un taccuino dedicato (es: TrasfertaRoma) in cui le ritrovo e manipolo velocemente.

Una cosa è gestire una lista di 5 o 10 note, ed un’altra cosa è gestire TUTTE le note del database!

Questo modo di lavorare assume una valenza maggiore se usiamo Evernote su un tablet o smartphone per i quali la navigazione e la ricerca è un pò più problematica.

Se guardiamo le note in un taccuino unico è molto più agevole (pensiamo ad un viaggio di lavoro di alcuni giorni in cui ci serviranno informazioni inserite in diverse note).

Al termine dell’attività procedo in questo modo:

  1. Verifico se c’è qualche nota da eliminare (contenuto obsoleto o inutile)
  2. Seleziono tutte le note del taccuino temporaneo
  3. Assegno un nuovo tag che identifica l’intera attività
  4. Sposto tutte le note nel taccuino Archivio che per me rappresenta tutte le note archiviate
  5. Cancello il taccuino temporaneo

In questo modo, se un domani ho necessità di ritrovare tutte le note archiviate, basta cercarle con il tag creato appositamente per archiviarle. Semplice ma utile best practice!

E tu, gestisci questo tipo di problematica in un modo tutto tuo?