Dopo avere visto quali tipi di account gestisce Evernote per la clientela privata (per gli account Business ad oggi si conosce molto poco e non vorrei essere impreciso anticipando informazioni inesatte o incomplete), vediamo in questo articolo in cosa consiste la sincronizzazione di Evernote.

La Sincronizzazione di Evernote
La Sincronizzazione è uno dei punti di forza di Evernote e che per molti utenti è la funzionalità che fa scegliere questo software rispetto ad altri magari più completi e potenti.
La possibilità di poter accedere alle proprie informazioni in qualsiasi momento e da qualsiasi posto in cui sia presente una connessione Internet, è un fattore critico per scegliere oggi, e soprattutto in futuro, un’applicazione rispetto ad un’altra.

Il poterlo fare oltretutto GRATIS da una moltitudine di dispositivi e sistemi operativi, è un plus molto apprezzato da molti utenti (tra i quali il sottoscritto).
La sincronizzazione, unita alla disponibilità di versioni Evernote su dispositivi mobile evoluti, permette nuovi usi impensabili fino a poco tempo fa e, cosa non banale, gratuitamente.
Phil Libin, il CEO di Evernote, afferma che Evernote svilupperà una versione specifica per qualsiasi sistema operativo e piattaforma diffusa che vedrà la luce in futuro. Possiamo stare tranquilli, allora.

Come funziona la sincronizzazione
In Evernote, indipendentemente dal tipo di account Free o Premium, è possibile impostare in automatico (ogni 15, 30, 60 minuti,…) o manualmente a richiesta dell’utente l’avvio della sincronizzazione dei dati presenti sul client evoluti  (PC o Mac) o sui dispositivi mobile con quelli presenti sui server di Evernote.
I dati presenti o che sono stati modificati in locale e non ancora aggiornati sul server, vengono trasmessi a quest’ultimo e viceversa vengono ricevuti gli aggiornamenti presenti solo sul server.
Nella spedizione dei dati dai clients al server, viene decrementato il credito di spazio ancora disponibile fino allo scadere del periodo mensile.
Se il credito viene superato, Evernote non permette più di sincronizzare i dati sul server con quelli presenti localmente fino al riaprirsi di una altro periodo mensile in cui il credito viene ripristinato nuovamente e la sincronizzazione può riprendere.

Nota
Le nuove Note o quelle aggiornate sul server vengono sincronizzate integralmente (contenuto ed allegati) solo per le versioni Windows e Mac. Per i dispositivi mobile vengono sincronizzati solamente alcune informazioni sulle Note (Titolo, date creazione e aggiornamento, attributi ed una miniatura della nota stessa).
Solo se facciamo tap con il dito sulla nota visualizzata sul nostro smartphone o sul tablet la nota viene scaricata in locale integralmente.
Questo per evitare di sincronizzare in locale sullo smartphone l’intero account che può essere molto grosso (il mio, nel momento in cui sto scrivendo è quasi di 6 gigabytes) e quindi saturare completamente la memoria dello stesso.

Tip
Se vogliamo avere a disposizione l’intero contenuto di una nota sul nostro dispositivo mobile quando siamo in giro e non abbiamo la connessione Internet, occorre, prima di uscire,  selezionare la nota e fare tap con il dito in modo da costringere Evernote a scaricare localmente l’intera nota compresi gli allegati.

La sincronizzazione è abbastanza veloce e per la maggior parte delle volte senza errori. A volte  si verificano errori dovuti principalmente a tre fattori:

  1.  Sovraccarico dei server Evernote
  2. Problemi di collegamento Internet
  3. Conflitto di sincronizzazione

Per i primi due tipi di errore non c’è molto da dire, la soluzione è del tipo: riprova, sarai più fortunato. Il terzo caso contempla diverse tipologie di situazioni (e penso di essere incorso in tutte le casistiche). L’errore è dovuto principalmente al fatto che Evernote si trova due versioni diverse della stessa nota ma non sa quale è l’ultima e quella corretta.
Quando si verifica questo errore, Evernote ce lo segnala informandoci:

  1. Di non essere riuscito a sincronizzare la nota
  2. Di avere spostato la nota in un taccuino chiamato Modifiche in conflitto (data/ora)
  3. Di verificare quale è la nota incriminata e se è il caso crearne una nuova recuperandone il contenuto

Questo tipo di problematica è quindi piuttosto semplice da gestire. Vedremo nel prossimo articolo un caso più serio di problema di sincronizzazione.

E tu, sei sempre fortunato o hai avuto problemi con la sincronizzazione?

 

 

Il contenuto di questo articolo ti è stato utile?

Vuoi apprendere come usare efficacemente Microsoft Project, Microsoft Project Server, or Project Online per gestire i tuoi progetti?

Se è così, perchè non ti iscrivi ad uno dei miei corsi in partenza?

Puoi iscriverti ad un corso “in Aula”, organizzarne uno nella tua azienda oppure online.

Contattami

Non dimenticare di iscriverti alla mia Newsletter e seguirmi su Twitter e LinkedIN.