Visita lo Store per acquistare i manuali realizzati o suggeriti da me

Manuale in italiano di Microsoft Project

NOVITA’: Microsoft Project 2013

Manuale in italiano di Microsoft Project

In questa pagina trovi le informazioni per poter scaricare il manuale in italiano di:

Microsoft Project 2003 (gratis)

Microsoft Project 2007 (gratis)

Microsoft Project 2010

Microsoft Project 2013 e 2016

 

Microsoft Project 2003

La versione del Manuale italiano di MS Project Professional 2003 è stata realizzata per conto del Ministero del Tesoro ed è una ottima base di partenza per chi ha ancora a disposizione la versione 2003 di MS Project.

Nella guida, composta di due files in formato Acrobat PDF, vengono presentati i passi principali per imparare ad usare MSProject e realizzare i primi piani di progetto dalla pianificazione al controllo e alla chiusura del progetto. Una volta tanto il pubblico ha la possibilità di utilizzare qualcosa di utile realizzato con i nostri soldi 🙂Manuale italiano di Microsoft project

Per scaricare il manuale di Microsoft Project 2003 Professional in italiano (in due parti) clicca su questo link.

Microsoft Project 2007   (oltre 7000 download!!!)

Se vuoi scaricare la mia guida d’uso su Microsoft Project 2007 puoi farlo visitando l’apposita pagina e seguire le istruzioni. Il manuale è distribuito con una licenza Creative Commons che ti permette di utilizzarlo liberamente, sia per uso personale che all’interno dell’azienda per cui lavori. Puoi usarlo anche come materiale da distribuire ai partecipanti dei tuoi corsi, se sei un formatore di Microsoft Project 2007. Non ti è consentita la rivendita o altri usi al fine di trarne profitto.

Manuale italiano di Microsoft Project 2007 Professional

Microsoft Project 2010

Se sei interessato al mio manuale di Microsoft Project 2010 Professional, clicca qui.

Questo manuale è l’evoluzione della precedente versione 2007 ma con tutte le videate riviste ed il testo modificato per adattarlo alla nuova interfaccia Microsoft Office 2007 e 2010. Se devi lavorare sulla versione 2010 di Project ti renderai conto della differenza dell’interfaccia rispetto alla versione precedente, e probabilmente ti sentirai spaesato su come muoverti in Project e come usarlo.

In questa versione troverai anche le nuove funzionalità introdotte da Microsoft sullo strumento, come ad esempio:

  • Attività a Programmazione Manuale ed Automatica
  • Team Planner
  • Timeline
  • Attività Inattive

Manuale italiano di Microsoft Project 2010 Professional

 

Microsoft Project 2013  (2016)

Se sei interessato al mio manuale di Microsoft Project 2013 Professional, clicca qui.

Versione aggiornata del manuale che copre le versioni di Microsoft Project 2013 Professional e Standard.

Puoi acquistarlo anche se lavori con Microsoft Project 2016 in quanto le differenze tra le due versioni consistono in alcune voci di menu spostate e funzionalità avanzate che non fanno parte di un manuale come il mio.

In questa versione troverai anche le funzionalità introdotte da Microsoft sullo strumento nella versione precedente, come ad esempio:

  • Attività a Programmazione Manuale ed Automatica
  • Team Planner
  • Timeline
  • Attività Inattive
  • Gestione Progetti Multipli
  • Nuova Reportistica

 

Manuale Microsoft Project 2013Buona lettura.

Se siete a conoscenza di altre risorse gratuite in Italiano su Project mandatemi il link e lo pubblicherò.

Rosario Rizzo, PMP, Prince2, ISIPM-Av, ePMQ, MCTS Project 2007 e 2010, 2013.

By |2016-10-14T20:10:12+00:0005/11/2010|Strumenti Software|12 Comments

About the Author:

Mi sono sempre occupato di Software e di Project Management. Svolgo un’intensa attività di formazione e di consulenza e sono specializzato sulla piattaforma Microsoft Project e sugli strumenti di collaborazione nei lavoro di progetto. Posso esserti di aiuto nell'implementazione di un sistema Multi-Progetto e più Project Managers con MS Project che funziona, nel vero senso della parola. Sono certificato PMP del Project Management Institute, Prince2, ISIPM-Av e MCTS Gestire Progetti con Microsoft Project,

12 Comments

  1. Laura 11/04/2012 at 7:22 - Reply

    Salve,

    ho scaricato il manuale del Ministero del Tesoro e stavo seguendo passo passo le istruzioni, ma ad un certo punto (prima parte, pag 59, punto 8) nomina delle attività che precedentemente non aveva spiegato. Infatti nella parte iniziale di costruzione del progetto fa inserire una decina di attività, ma poi improvvisamente ce ne sono molte di più che non sono state indicate. Volevo saper se esiste un elenco delle attività e relative risorse in modo tale da riuscire a continuare la simulazione.

    Grazie,
    Laura

  2. Laura 11/04/2012 at 7:23 - Reply

    * punto 8 al posto della faccina

  3. Ezio Mucci 10/04/2013 at 10:31 - Reply

    Grazie per questa gradita opportunità

  4. Riccardo 30/09/2013 at 10:14 - Reply

    Ho scaricato e letto con molta attenzione il manuale di Project 2007 e mi è stato molto utile. Ringrazio l’autore (Rosario Rizzo) per avere realizzato questi documenti e soprattutto per l’esauriente (oltre che rapidissima) risposta che ha dato ad una domanda inerente un problema a cui non riuscivo a trovare soluzione!!

  5. vincenzo 30/10/2013 at 11:27 - Reply

    GRAZIE

  6. Erika 04/05/2015 at 12:57 - Reply

    Ho già letto il suo manuale su Project 2007 e mi è stato molto utile come primo approccio. L’azienda prevede di passare prossimamente alla versione 2013, uscirà un suo manuale anche su quella?
    Grazie

    • rinorizzo 04/05/2015 at 14:33 - Reply

      Ci sto lavorando.
      Penso di pubblicarlo prima dell’estate, al massimo a settembre.
      Mi fa molto piacere il tuo commento!
      Rosario

  7. Rosario Rizzo 04/08/2017 at 21:50 - Reply

    @Erika
    Ho pubblicato già da un pò di tempo il manuale della versione 2013 che va benissimo anche per la versione 2016 di Project.
    Clicca sull’immagine del manuale qui sopra per maggiori dettagli e per acquistarlo.
    Grazie

  8. Domenico 06/03/2018 at 21:55 - Reply

    Buona sera,
    ho intenzione di acquistare la guida su MS Project 2013. Come posso visionare il sommario?

    Grazie,
    Domenico

    • Rosario Rizzo 07/03/2018 at 13:29 - Reply

      Ecco il sommario del manuale:

      INTRODUZIONE ………………………………………………………………………………………………………………………………………. 8
      . 1.1  PREMESSA ………………………………………………………………………………………………………………………………………… 8 

      . 1.2  USO DEL MANUALE ……………………………………………………………………………………………………………………………… 8 

      . 1.3  COSA È MICROSOFT PROJECT ………………………………………………………………………………………………………………… 10 

      . 1.4  LO SCHERMO DI PROJECT ……………………………………………………………………………………………………………………… 10 

      . 1.5  COMPONENTI PRINCIPALI DELLO SCHERMO DI MICROSOFT PROJECT 2013 ……………………………………………………………. 11 

      . 1.6  SCREENTIPS E SMARTTAGS …………………………………………………………………………………………………………………… 14 

      . 1.7  COMANDI DEL PANNELLO FILE ……………………………………………………………………………………………………………….. 15 

      . 1.8  I COMPONENTI DELLO SCHERMO DI PROJECT ……………………………………………………………………………………………….. 21 

      . 1.9  OPERAZIONI PRELIMINARI PER LA PIANIFICAZIONE …………………………………………………………………………………………. 22 

      . 1.10  NUOVO PROGETTO …………………………………………………………………………………………………………………………….. 23 

      . 1.11  INSERIRE LE DATE DI INIZIO E FINE PROGETTO ………………………………………………………………………………………………. 25 

      . 1.12  ALLEGARE DOCUMENTI AL PROGETTO ……………………………………………………………………………………………………….. 27 

      VISUALIZZAZIONI DI PROJECT …………………………………………………………………………………………………………………. 32
      . 2.1  SPLITTING DELLE VISTE …………………………………………………………………………………………………………………………. 33 

      . 2.2  ORDINARE LE INFORMAZIONI …………………………………………………………………………………………………………………. 35 

      . 2.3  RAGGRUPPARE INFORMAZIONI ……………………………………………………………………………………………………………….. 36 

      . 2.4  FILTRARE INFORMAZIONI………………………………………………………………………………………………………………………. 39 

      . 2.5  UTILIZZARE I FILTRI AUTOMATICI ……………………………………………………………………………………………………………… 41 

      . 2.6  VISUALIZZARE I DETTAGLI ……………………………………………………………………………………………………………………… 43 

      . 2.7  UTILIZZARE LO ZOOM ………………………………………………………………………………………………………………………….. 45 

      LAVORARE CON I CALENDARI …………………………………………………………………………………………………………………. 47
      . 3.1  SELEZIONARE UN CALENDARIO DI PROGETTO ……………………………………………………………………………………………….. 47 

      . 3.2  CALENDARI DI BASE…………………………………………………………………………………………………………………………….. 49 

      . 3.3  MODIFICA DELL’ORARIO DI LAVORO …………………………………………………………………………………………………………. 50 

      . 3.4  CREAZIONE DI UN NUOVO CALENDARIO……………………………………………………………………………………………………… 51 

      3.4.1……………………………………………………………………………………………………………………………………… 52
      . 3.5  MODIFICA DELL’ORARIO DI LAVORO …………………………………………………………………………………………………………. 52 

      . 3.6  GESTIONE DELLE ECCEZIONI DELL’ORARIO LAVORATIVO …………………………………………………………………………………… 54 

      LAVORARE CON LE ATTIVITÀ…………………………………………………………………………………………………………………… 58
      . 4.1  AGGIUNGERE UN’ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………………………………………. 58 

      . 4.2  CANCELLAZIONE DI UN’ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………………………………… 59 

      . 4.3  AGGIUNGERE UN’ATTIVITÀ DI RIEPILOGO ……………………………………………………………………………………………………. 61 

      . 4.4  SPOSTARE ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………………………………………………. 62 

      . 4.5  AGGIUNGERE UNA MILESTONE ………………………………………………………………………………………………………………. 63 

      . 4.6  ORGANIZZARE LE ATTIVITÀ IN FASI……………………………………………………………………………………………………………. 65 

      . 4.7  COLLEGARE LE ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………………………………………….. 68 

      . 4.8  RELAZIONI MULTIPLE TRA ATTIVITÀ…………………………………………………………………………………………………………… 72 

      . 4.9  ATTIVITÀ RIPETITIVE ……………………………………………………………………………………………………………………………. 72 

      . 4.10  SOVRAPPORRE E RITARDARE ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………………………….. 74 

      . 4.11  IMPOSTARE DEADLINES ………………………………………………………………………………………………………………………… 76 

      . 4.12  IMPOSTARE VINCOLI……………………………………………………………………………………………………………………………. 79 

      . 4.13  DIVIDERE LE ATTIVITÀ (SPLITTING)……………………………………………………………………………………………………………. 82 

      . 4.14  TIPI DI ATTIVITÀ ………………………………………………………………………………………………………………………………… 84 

      . 4.15  ASSEGNARE UN CALENDARIO AD UN’ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………………… 85 

      . 4.16  COMPRENDERE GLI INDICATORI DELLE ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………………. 88 

      GESTIONE DELLE RISORSE DI PROGETTO ………………………………………………………………………………………………….. 90
      . 5.1  INSERIRE RISORSE NEL PROGETTO…………………………………………………………………………………………………………….. 90 

      . 5.2  INSERIRE RISORSE ATTREZZATURE…………………………………………………………………………………………………………….. 93 

      . 5.3  INSERIRE RISORSE MATERIALI …………………………………………………………………………………………………………………. 94 

      . 5.4  MODIFICARE IL CALENDARIO DI UNA RISORSA ………………………………………………………………………………………………. 94 

      . 5.5  UTILIZZARE LE NOTE SULLE RISORSE ………………………………………………………………………………………………………….. 98 

      . 5.6  SCHEDULAZIONE BASATA SULLE RISORSE ……………………………………………………………………………………………………. 99 

      . 5.7  ASSEGNARE RISORSE ALLE ATTIVITÀ ………………………………………………………………………………………………………… 100 

      . 5.8  ASSEGNARE RISORSE MATERIALE ALLE ATTIVITÀ ………………………………………………………………………………………….. 102 

      . 5.9  ASSEGNARE RISORSE COSTI ALLE ATTIVITÀ ………………………………………………………………………………………………… 103 

      PROGRAMMAZIONE MANUALE ED AUTOMATICA …………………………………………………………………………………… 106
      . 6.1  PIANIFICAZIONE TOP-DOWN ……………………………………………………………………………………………………………….. 108 

      . 6.2  IMPOSTAZIONE DI DEFAULT DELLA MODALITÀ DI SCHEDULAZIONE DELLE NUOVE ATTIVITÀ………………………………………….. 109 

      . 6.3  CAMBIARE VELOCEMENTE MODALITÀ DI SCHEDULAZIONE ………………………………………………………………………………. 111 

      . 6.4  DURATA DELLE ATTIVITÀ …………………………………………………………………………………………………………………….. 112 

      . 6.5  INSERIMENTO DELLA DURATA DELLE ATTIVITÀ …………………………………………………………………………………………….. 112 

      LAVORARE CON LE RISORSE ………………………………………………………………………………………………………………….. 115
      . 7.1  RITARDARE L’UTILIZZO DELLE RISORSE ……………………………………………………………………………………………………… 115 

      . 7.2  IMPOSTARE DATE DI DISPONIBILITÀ DELLE RISORSE ………………………………………………………………………………………. 116 

      . 7.3  ASSEGNARE UN CALENDARIO AD UNA RISORSA …………………………………………………………………………………………… 117 

      SOVRALLOCAZIONE E LIVELLAMENTO RISORSE………………………………………………………………………………………..119
      . 8.1  SOVRALLOCAZIONE DELLE RISORSE …………………………………………………………………………………………………………. 119 

      . 8.2  BILANCIAMENTO MANUALE DEL CARICO RISORSE ………………………………………………………………………………………… 120 

      . 8.3  ASSEGNAZIONE DI ORE DI STRAORDINARIO………………………………………………………………………………………………… 122 

      . 8.4  BILANCIAMENTO AUTOMATICO DEL CARICO RISORSE (LIVELLAMENTO RISORSE)……………………………………………………… 122 

      PIANIFICAZIONE TEAM (TEAM PLANNER)………………………………………………………………………………………………..126
      LAVORARE CON I COSTI ……………………………………………………………………………………………………………………….. 133
      . 10.1  VALORIZZAZIONE DEI RATEI DI STRAORDINARIO…………………………………………………………………………………………… 133 

      . 10.2  COSTI ORARI DIVERSI PER PERIODO LAVORATIVO …………………………………………………………………………………………. 135 

      . 10.3  APPLICARE COSTI ORARI DIVERSI PER UNA RISORSA ………………………………………………………………………………………. 136 

      . 10.4  UTILIZZO DI MATERIALI NELLE ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………………………. 137 

      . 10.5  COSTI FISSI DELLE ATTIVITÀ ………………………………………………………………………………………………………………….. 137 

      ESECUZIONE DEL PROGETTO ………………………………………………………………………………………………………………… 140
      . 11.1  SOSTITUZIONE DI RISORSE …………………………………………………………………………………………………………………… 140 

      . 11.2  SALVARE LA BASELINE. ………………………………………………………………………………………………………………………. 142 

      . 11.3  AGGIORNAMENTO DELL’INTERO PROGETTO ………………………………………………………………………………………………. 144 

      . 11.4  AGGIORNAMENTO VALORI ATTUALI DELLE ATTIVITÀ ……………………………………………………………………………………… 148 

      . 11.5  AGGIORNAMENTO DELLE ATTIVITÀ IN PERCENTUALE …………………………………………………………………………………….. 149 

      . 11.6  AGGIORNAMENTO DEL LAVORO EFFETTIVO ……………………………………………………………………………………………….. 151 

      . 11.7  AGGIORNAMENTO DEI COSTI EFFETTIVI ……………………………………………………………………………………………………. 152 

      . 11.8  AGGIORNAMENTO DEI COSTI EFFETTIVI DELLE ORE DI LAVORO………………………………………………………………………….. 152 

      . 11.9  AGGIORNAMENTO DEI COSTI EFFETTIVI DEI MATERIALI ………………………………………………………………………………….. 155 

      . 11.10  AGGIORNAMENTO DEI COSTI EFFETTIVI RISORSE TIPO COSTO ………………………………………………………………………. 156 

      ANALISI DELLE VARIANZE ……………………………………………………………………………………………………………………… 158
      . 12.1  STATISTICHE DEL PROGETTO…………………………………………………………………………………………………………………. 158 

      . 12.2  VISUALIZZAZIONE DEI COSTI DI PROGETTO ………………………………………………………………………………………………… 159 

      . 12.3  VISUALIZZARE IL CAMMINO CRITICO ……………………………………………………………………………………………………….. 159 

      . 12.4  VARIANZA DELLE DURATE ……………………………………………………………………………………………………………………. 161 

      . 12.5  VARIANZA DEL LAVORO………………………………………………………………………………………………………………………. 162 

      . 12.6  VARIANZA DEI COSTI …………………………………………………………………………………………………………………………. 162 

      LAVORARE CON I REPORTS …………………………………………………………………………………………………………………… 164
      . 13.1  NUOVI REPORTS ……………………………………………………………………………………………………………………………… 164 

      . 13.2  RELAZIONI GRAFICHE…………………………………………………………………………………………………………………………. 167 

      LAVORARE CON PROGETTI MULTIPLI……………………………………………………………………………………………………… 171
      14.1 CONSOLIDAMENTO DI PROGETTI…………………………………………………………………………………………………………….171

      . 14.2  STATISTICHE DI PROGETTI CONSOLIDATI …………………………………………………………………………………………………… 174 

      . 14.3  POOL DI RISORSE ……………………………………………………………………………………………………………………………… 175 

      15 TIMELINE (SEQUENZA TEMPORALE) ……………………………………………………………………………………………………….
      178 15.1 AGGIUNTA DI UN’ATTIVITÀ ALLA TIMELINE………………………………………………………………………………………………… 180

  9. Domenico 17/05/2018 at 13:23 - Reply

    Attività a cui è assegnata una risorsa di costo; Vado a distribuire manualmente il costo sull’attività; se assegno il costo oltre le date dell’attività la durata dell’attività viene adeguata per rispecchiare l’assegnazione della risorsa (pur essendo l’attività definita a durata fissa).
    E’ possibile modificare questo comportamento? Fare in modo di rendere possibile l’assegnazione di risorse solo nell’ambito delle date dell’attività?

    Grazie

    • Rosario Rizzo 17/05/2018 at 13:47 - Reply

      Grazie della domanda, Domenico.
      Vediamo se ho capito bene.

      “E’ possibile modificare questo comportamento? Fare in modo di rendere possibile l’assegnazione di risorse solo nell’ambito delle date dell’attività?”
      Essendo l’attività a Durata fissa, questa non varia al variare delle risorse che assegni. La differenza si ha se l’attività é “Basata sulle riorse” l’effort viene distribuito, mentre se é “Non basata sulle risorse” l’effort aumenta.

      Per la prima parte della domanda immagino che tu abbia fatto l’operazione utilizzando la vista Gestione attività e visualizzando nella parte destra della videata il campo Costo.
      Per inserire manualmente i costi devi avere impostato a manualmente la modalità di calcolo dei costi dalle impostazioni di Project.
      Nel momento in cui inserici ad esempio anche un solo euro un giorno prima dell’inizio pianificato dell’attività, questa viene anticipata di un giorno (inizio), mentre se prosegui ad inserire i costi oltre la data di fine dell’attività, questa aumenta di durata.
      E’ normale e giusto che sia così.

      Puoi distribuire i costi, in due modalità:
      1. Utilizzando il campo “Attribuzione costi” nella vista “Elenco risorse”, a inizio, fine o percentualmente all’avanzamento dell’attività per la singola risorsa (Lavoro, Materiale o Costi)
      2. Per le risorse Lavoro puoi modificare il Profilo (Contour) nella videata “Informazioni attività” che puoi richiamare con un doppio click del mouse sulla risorsa assegnata all’attività nella vista “Gestione attività”. La distribuzione del costo avverrà in base alla distribuzione associata al Profilo.

      Spero di esserti stato utile.

      Rosario

Leave A Comment

Il sito rinorizzo.com utilizza solo cookies tecnici per ottimizzare il funzionamento del sito. Per maggiori informazioni visita Privacy & Cookies | Chiudi