Visita lo Store per acquistare i manuali realizzati o suggeriti da me

E’ importante dove prendi gli appunti?

Nel mio lavoro di consulente ho conosciuto molte persone e mi sono stupito più volte quanta poca attenzione si dà al supporto su cui prendere appunti di lavoro, siano essi di riunioni, di approfondimento, di note prese durante le ricerche su internet e così via.

Spesso gli appunti vengono presi su fogli volanti, blocchi di carta riciclata, block notes o fogli rimovibili (quelli con quattro fori per i raccoglitori ad anelli) e così via.

Quasi sempre questi fogli vengono impilati e mischiati ad altri, a stampe, riviste, etc. con un destino in comune. e cioè quello di essere dimenticati o persi.

Dunque, qual’è il supporto migliore per prendere appunti escludendo i dispositivi digitali?

Personalmente utilizzo da oltre dieci anni i taccuini Moleskine di diverso tipo (ne ho una collezione sia di usati che nuovi) e prima ancora usavo i taccuini di Vistaplan, quelli neri con rilegatura ad anelli metallici (cari ma versatili).

Prendere appunti con un Moleskine

I Moleskine hanno diversi vantaggi rispetto ad altri supporti cartacei. prima tra tutti la carta di qualità, diversi formati ognuno specializzato per tipologia di appunti, copertine rigide o morbide, chiusura con elastico e tasca a soffietto nella terza di copertina.

Il vantaggio di usare taccuini come i Moleskine (ma ne esistono sul mercato decine di marche diverse e meno care) è quello di poterseli portare dietro facilmente (misure pocket, large ed extra large), occupano poco spazio, sono piacevoli da utilizzare e, se li numeriamo opportunamente, possiamo avere tutta la storia dei nostri appunti di anno in anno. Personalmente ho archiviato Vistaplan, Spalding e Moleskine dal 1991 ad oggi, da quando ho intrapreso l’attività di consulente freelance.

Rimango piacevolmente sorpreso , sfogliando gli appunti di quindici, dieci anni fa, quali erano le attività lavorative di quei tempi , riunioni, schizzi e disegni di relazioni tra tabelle di database (facevo l’infomatico), tracciati records, bozze di offerte e così via. Quanto tempo è passato, ma grazie ai quaderni religiosamente conservati sono in grado di rivivere quei momenti con un buon dettaglio di particolari.

Per questo sono convintissimo che il miglior supporto per prendere appunti è quello del taccuino Moleskine. Stabile, robusto, con carta di qualità e archiviabile sullo scaffale in modo pratico ed anche esteticamente piacevole (volete mettere venti o trenta Moleskine allineati verticalmente rispetto a pile di fogli spiegazzati, dentro cartelline colorate o trasparenti?

E voi, cosa usate per scrivere e prendere appunti?

By |2016-10-14T20:10:16+00:0015/09/2010|Strumenti Software|1 Comment

About the Author:

Mi sono sempre occupato di Software e di Project Management. Svolgo un’intensa attività di formazione e di consulenza e sono specializzato sulla piattaforma Microsoft Project e sugli strumenti di collaborazione nei lavoro di progetto. Posso esserti di aiuto nell'implementazione di un sistema Multi-Progetto e più Project Managers con MS Project che funziona, nel vero senso della parola. Sono certificato PMP del Project Management Institute, Prince2, ISIPM-Av e MCTS Gestire Progetti con Microsoft Project,

One Comment

  1. […] un carissimo amico che, da utente analogico (moleskine) è passato al digitale in maniera pesante, cercando di sincronizzare iCal di Mac OSX con […]

Leave A Comment

Il sito rinorizzo.com utilizza solo cookies tecnici per ottimizzare il funzionamento del sito. Per maggiori informazioni visita Privacy & Cookies | Chiudi